Scarichi ostruiti e otturati: come liberarmi da veri pro

Può capitare a tutti di avere lo scarico del lavandino otturato e bloccato, Il quale impedisce all’acqua di scorrere via come dovrebbe. Ci sono diverse soluzioni che anche ogni valido idraulico a Milano mette in atto per risolvere la situazione; ecco quali sono.

Lo stura lavandini: il sistema più classico è semplice

Per liberare lo scarico, Il sistema più classico ricorrere allo stura lavandini. La ventosa va posizionata sopra allo scarico e, tenendo chiuso con l’altra mano il foro discarica di emergenza, si manda sotto pressione la tubatura. In questo modo tutto lo sporco sale e può essere rimosso, liberando la tubatura. Chi ha un vecchio impianto con tubi in metallo senza l’autospurgo, deve tenere sottomano uno stura lavandini perché potrebbe capitare di frequente.

Il filo di ferro: un’alternativa valida

Chi non ha uno stura lavandini può benissimo utilizzare semplicissimo filo di ferro. È sufficiente creare un uncino all’estremità del filo di ferro e calarlo nello scarico per togliere lo sporco incastrato. Si tratta di un metodo un po’ rudimentale ma molto efficace per liberare lo scarico e scorrere la giù per il tubo. Se dovesse mancare il filo di ferro si può usare una gruccia in metallo della lavanderia svuotandola con una pinza.

Smontare il tubo: il metodo professionale

Il metodo professionale per eliminare lo sporco che impedisce all’acqua di scorrere giù nel tubo prevede di smontarlo. Chi ha un impianto nuovo con tubi indirizzi delle meno utilizzare attrezzi. L’idraulico a Milano posiziona una bacinella sotto allo scarico per raccogliere l’acqua e poi smonta il tubo.  Ora basta togliere il blocco e il tubo è pulito.

Aceto e sale: una ricetta fai da te

Per liberare lo scarico costruito si può anche utilizzare un metodo della nonna. Si versa dello scarico sale grosso e aceto rosso e si lascia agire per un paio di ore, anche tutta la notte senza però aprire il rubientto. Al mattino basta versare una pentola di acqua bollente per fare scivolare via l’intero blocco.