trading cfd: nuove regolamentazioni esma

Iniziamo a chiarire cosa sono i CFD. Si tratta di strumenti finanziari sui quali possiamo investire per fare del trading online. Possiamo usare i contratti per differenza per investire sul forex, sugli indici, le materie prime e le azioni. In pratica tutto si basa su qual è il valore del bene all’apertura e alla chiusura del contratto.

Con la sigla CFD si indicano proprio questi contratti per differenza. Le offerte nel settore sono ottime e vengono proposte dalla maggior parte dei broker di trading presenti sul mercato.

Se decidere di sfruttare il mercato del trading CFD andate in pratica a operare sulle differenze di prezzo. Potete fare trading praticamente su tutti gli asset. Sul forex, il mercato delle azioni oppure su quello delle materie prime.

Come funziona?

Se il prezzo dell’azione è in crescita mettiamo del 10%, l’investimento va in aumento della stessa percentuale. Se scende, anche l’investimento scende. Sempre con lo stesso valore. Possono usare i CFD anche coloro che non hanno grandi capitali da investire. Basta davvero poco per iniziare a guadagnare.

Cos’è la normativa ESMA

Potete leggere la fonte di questo articolo per avere un’idea più precisa ma comunque qui potete trovare un riassunto. In pratica l’Autorità Europea degli Strumenti finanziari e dei mercati, cioè l’ESMA, ha recentemente adottato nuove misure per quanto riguarda i CFD. Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE ed entrano in vigore dal 1 agosto 2018.

E’ prevista una restrizione di commercializzazione, vendita e distribuzione agli investitori al dettaglio. In pratica occorrono limiti sulle posizioni di apertura e delle regole di chiusura sul margine relativamente all’account. Va impedito anche l’uso degli incentivi da parte dei fornitori e occorre sempre avvisare del rischio. Lo scopo è quello di aumentare la protezione per gli investitori. Garantiscono agli investitori di non perdere più di quanto hanno investito.

I vantaggi del CFD

Parliamo adesso dei vantaggi che offre il trading con i CFD. Come prima cosa sono molto più economici rispetto ad altri tipi di investimento più tradizionali. Sono semplici e comodi da usare e permettono di investire rapidamente online usando un computer, un tablet o uno smartphone. Inoltre sono meno anche le pratiche burocratiche coinvolte. Non occorrono infatti titoli cartacei e nemmeno depositi in banca. Bastano pochi minuti per negoziare su posizioni aperte. E’ possibile approfittare anche di brevi rialzi in pochi minuti.

Non ci sono imposte da bollo da dover pagare a differenza delle azioni acquistate in banca. Con un solo account è possibile accedere a tanti mercati ed è possibile anche mettere degli stop ai soldi spesi così da controllare i rischi.

Chiaramente ci sono anche dei rischi da tenere sempre in considerazione. Si tratta di strumenti finanziari che possono portare alla perdita di capitale. Occorre quindi impostare gli stop loss altrimenti le posizioni aperte se sono negative possono portare a grandi perdite. Sono strumenti poco adatti per i lunghi investimenti. Può essere considerato un contro anche il fatto che non si diventa azionisti, anche se per molti questo è in realtà un vantaggio.